Dal Fondo Antico un trattato settecentesco sulle assicurazioni marittime

18 Dicembre 2020

Approfondimenti Biblioteca

E’ un’edizione del 1786 e fa parte del Fondo Antico della Biblioteca delle Assicurazioni Generali. Si tratta della prima edizione dell'opera di Ascanio Baldasseroni, Trattato delle assicurazioni marittime, che dopo aver raccolto tra i contemporanei un grande successo ebbe presto una seconda edizione nel 1801.

L’autore prende in esame il contratto di assicurazione in vari paesi europei con riferimento alla loro dottrina e giurisprudenza. L 'opera, uscita dalla stamperia Bonducciana di Firenze in tre tomi, contiene in appendice i testi delle leggi e degli usi correnti in materia di assicurazione marittima dei paesi presi in esame.

Ascanio Baldasseroni nacque a Livorno nel 1751. Laureatosi in giurisprudenza all'Università di Siena, nel 1778 aprì uno studio legale che fu tra i più famosi della sua città. Nel 1799 fu nominato avvocato del Consolato generale francese a Livorno, fu poi chiamato a far parte del governo provvisorio toscano formatosi nell'ottobre 1800. Assessore al Tribunale di prima istanza a Livorno, Baldasseroni nel 1813 fu nominato direttore del demanio per il Dipartimento del Mediterraneo e dal 1814 ricoprì la carica di auditore della Regia Ruota civile e criminale di Pisa. Morì a Firenze nel 1824.